Il Conto Termico - Incentivazione per opere di efficienza energetica
DM 28/12/2012

 

Il Decreto Ministeriale 28 dicembre 2012 stabilisce le modalità di incentivazione per interventi di incremento dell’efficienza energetica e di produzione di energia termica da fonti rinnovabili conclusi a decorrere dal 3 gennaio 2013, data di entrata in vigore del Decreto.

Categorie di intervento indicate dal decreto

Categoria 1: interventi di incremento dell’efficienza energetica in edifici esistenti  (solo per Pubbliche Amministrazioni)
Interventi incentivati:

1.A: Isolamento termico di superfici opache delimitanti il volume climatizzato
1.B: Sostituzione di chiusure trasparenti comprensive di infissi delimitanti il volume climatizzato
1.C: Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con generatori di calore a condensazione di qualsiasi potenza
1.D: Installazione di sistemi di schermatura e/o ombreggiamento di chiusure trasparenti


Categoria 2: interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di sistemi ad alta efficienza(per Pubbliche Amministrazioni e soggetti privati)
Interventi incentivati:

2.A: Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale utilizzanti pompe di calore elettriche o a gas, anche geotermiche (con potenza termica utile nominale fino a 1000 kWt)
2.B: Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbricati rurali esistenti con generatori di calore alimentati da biomassa (con potenza termica nominale fino a 1000 kWt)
2.C: Installazione di collettori solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling (con superficie solare lorda fino a 1000 m2)
2.D: Sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore

 

Soggetti ammessi

i Soggetti ammessi a beneficiare degli incentivi sono:

  • le Amministrazioni pubbliche (di seguito definite PA), relativamente alla realizzazione di uno o più degli interventi di cui all’articolo 4, commi 1 e 2 del Decreto;
  • I Soggetti privati, intesi come persone fisiche, condomini e Soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agrario, relativamente alla realizzazione di uno o più degli interventi di cui all’articolo 4, comma 2 del Decreto. 

 

Modalità di accesso agli incentivi

Sono previste tre diverse modalità di accesso ai meccanismi di incentivazione:

  • Accesso diretto, a seguito della conclusione degli interventi.
  • Prenotazione degli incentivi, consentito alle sole PA mediante presentazione della richiesta di prenotazione degli incentivi
  • Iscrizione ai Registri, necessaria per accedere all’incentivazione degli interventi che prevedano una potenza termica nominale complessiva per singolo fabbricato, compresa tra i 500 kWt ed i 1000 kWt. Tale procedura, è rivolta sia alle PA che ai Soggetti privati che possono iscrivere al Registro interventi ancora da realizzare.

 

Durata degli incentivi

Gli interventi, di cui all’articolo 4 del Decreto, sono incentivati in rate annuali costanti, per la durata temporale di 2 o 5 anni in base alla tipologia di intervento. Nel caso in cui l’ammontare totale dell’incentivo sia non superiore a € 600, il GSE corrisponde l’incentivo in un’unica annualità.

Fatture e Bonifici

Ai fini dell’ammissione agli incentivi è necessario produrre copia delle fatture attestanti il costo sostenuto e la ricevuta del bonifico bancario o postale con cui tali spese sono state pagate.

 

Approfondimenti e download

Pagina informativa del GSE sul conto termico >> link

Regole applicative del DM 28/12/2012, revisione GSE del 4 dicembre 2013 >> download

Opuscolo informativo del GSE cos'è e come funziona il conto termico >>


scrivi a energeticambientale facebook energeticambientale linkedin Energeticambientale